Reazioni indesiderate gravi nei donatori

Le reazioni indesiderate nei donatori sono risposte inattese che si possono verificare durante il processo di raccolta della donazione di sangue o emocomponenti, gravi a tal punto da provocare la morte, mettere in pericolo la vita o produrre invalidità/incapacità del donatore stesso. La notifica di tali reazioni alle autorità competenti è stata resa obbligatoria dal D. Lgs. 20 dicembre 2007, n. 261. Le schede di notifica sono state elaborate in base alla classificazione proposta da ISBT-EHN sia per la tipologia sia per il grado di severità ed imputabilità alla procedura di donazione. SISTRA prevede la possibilità di elaborare i dati, relativi a questa sezione, sia con livello di aggregazione regionale sia nazionale, mettendo in relazione gli eventi stratificati per tipologia e gravità con i differenti tipi di donazione sia autologa sia omologa. Il monitoraggio delle reazioni che si possono verificare nei donatori costituisce un utile strumento per la valutazione dell’efficacia e della sicurezza dei protocolli di selezione dei donatori e delle procedure di raccolta della donazione di sangue intero e da aferesi.

 

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email
Support_E_WEB

Plasma iperimmune, monitoraggio periodico

Nelle banche del sangue dei sistemi regionali italiani sono attualmente disponibili 5.118 sub-unità di plasma iperimmune donato da pazienti guariti dal Covid-19, raccolte da 175 servizi trasfusionali distribuiti su tutto il territorio nazionale. È il risultato del monitoraggio che il Centro Nazionale Sangue effettua periodicamente presso le regioni italiane.

Read More »