Reazioni indesiderate gravi nei donatori

Le reazioni indesiderate nei donatori sono risposte inattese che si possono verificare durante il processo di raccolta della donazione di sangue o emocomponenti, gravi a tal punto da provocare la morte, mettere in pericolo la vita o produrre invalidità/incapacità del donatore stesso. La notifica di tali reazioni alle autorità competenti è stata resa obbligatoria dal D. Lgs. 20 dicembre 2007, n. 261. Le schede di notifica sono state elaborate in base alla classificazione proposta da ISBT-EHN sia per la tipologia sia per il grado di severità ed imputabilità alla procedura di donazione. SISTRA prevede la possibilità di elaborare i dati, relativi a questa sezione, sia con livello di aggregazione regionale sia nazionale, mettendo in relazione gli eventi stratificati per tipologia e gravità con i differenti tipi di donazione sia autologa sia omologa. Il monitoraggio delle reazioni che si possono verificare nei donatori costituisce un utile strumento per la valutazione dell’efficacia e della sicurezza dei protocolli di selezione dei donatori e delle procedure di raccolta della donazione di sangue intero e da aferesi.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email

“Una goccia per la Vita. La carenza di sangue ed emoderivati ai tempi del Covid-19”

Le criticità che hanno impattato la rete trasfusionale e l’obiettivo auspicabile dell’autosufficienza e di una maggiore sostenibilità del sistema sangue saranno al centro della conferenza “Una goccia per la Vita. La carenza di sangue ed emoderivati ai tempi del Covid-19”, promossa su iniziativa del Senatore Antonio Barboni il 13 luglio alle 11 presso la sala Caduti di Nassirya del Senato della Repubblica.

Read More »

Haemo_Pal, formazione e cura per le malattie ematologiche congenite in Palestina

Firmata anche l’intesa tecnica relativa al progetto “Potenziamento dei centri clinici per la diagnosi e cura delle malattie emorragiche congenite e delle emoglobinopatie in Palestina – Haemo_Pal”. Il progetto, condotto dall’Istituto Superiore di Sanità e coordinato dal Centro Nazionale Sangue, nell’ambito delle attività dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo – Ministero degli Affari Esteri (AICS), di supporto al Ministero della Salute palestinese, è finalizzato al potenziamento dei centri clinici per la diagnosi e la cura delle malattie ematologiche congenite.

Read More »