Comitato Direttivo

L’art. 12 comma 2 della Legge 219/2005 prevede, per l’attività del Centro nazionale sangue, l’istituzione di un Comitato direttivo composto: dal presidente dell’Istituto superiore di sanità; da un direttore nominato dal Ministro della salute; da tre responsabili delle strutture di coordinamento intraregionale ed interregionale, designati dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, con periodicità quinquennale; da una rappresentanza delle associazioni e federazioni di donatori volontari di sangue. Il Comitato svolge compiti di indirizzo, coordinamento e promozione delle attività trasfusionali sul territorio nazionale.

Ai sensi del D.M. 19/11/2019, il Comitato direttivo del Centro nazionale sangue è così composto:

Direttore Centro nazionale sangue
Vincenzo De Angelis

Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità
Silvio Brusaferro

 

Responsabili delle strutture di coordinamento regionali per le attività trasfusionali

Pasquale Colamartino (Regione Abruzzo)

Vanessa Agostini (Regione Liguria)


Rappresentanti delle associazioni e federazioni dei volontari di sangue

Giovanni Musso (Presidente nazionale FIDAS)

Gianpietro Briola (Presidente nazionale AVIS)

Tiziano Gamba (Consigliere nazionale AVIS)

Allegati

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email
Support_E_WEB

Plasma iperimmune, monitoraggio periodico

Nelle banche del sangue dei sistemi regionali italiani sono attualmente disponibili 5.118 sub-unità di plasma iperimmune donato da pazienti guariti dal Covid-19, raccolte da 175 servizi trasfusionali distribuiti su tutto il territorio nazionale. È il risultato del monitoraggio che il Centro Nazionale Sangue effettua periodicamente presso le regioni italiane.

Read More »