Allegato VI

ETICHETTATURA DEGLI EMOCOMPONENTI


PARTE A

Nel caso di etichettatura definitiva delle emazie filtrate in linea, quale codice dovrà essere utilizzato sull’etichetta di convalida (in chiaro e in barcode), il codice UNI (ossia codice emocomponente + codice trattamento), oppure il codice SISTRA?

 
RISPOSTA. Ai sensi del DM 2 novembre 2015 “tutti gli emocomponenti devono riportare in etichetta le seguenti informazioni: denominazione identificativa della struttura dove la donazione è stata raccolta; codice identificativo della donazione conforme alle caratteristiche definite dalla norma UNI 10529 e successivi aggiornamenti; denominazione dell’emocomponente conforme alle caratteristiche definite dalla norma UNI 10529 e successivi aggiornamenti; (…) ogni trattamento aggiuntivo effettuato sull’emocomponente deve essere indicato in etichetta (allegato VI, punto 1). Inoltre, “il sistema genera (…) un codice identificativo univoco, conformemente a quanto previsto dalla norma UNI 10529 (…)” (allegato  XII, punto 3.1).Pertanto, il codice da utilizzare deve essere conforme alle caratteristiche definite dalla norma UNI 10529; il codice dell’emocomponente e quello relativo al trattamento aggiuntivo effettuato devono essere chiaramente indicati in etichetta.In ogni caso, il sistema gestionale informatico in uso deve essere in grado di alimentare il flusso informativo previsto dal Sistema Informativo del Sistema Trasfusionale (SISTRA).

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email

“Una goccia per la Vita. La carenza di sangue ed emoderivati ai tempi del Covid-19”

Le criticità che hanno impattato la rete trasfusionale e l’obiettivo auspicabile dell’autosufficienza e di una maggiore sostenibilità del sistema sangue saranno al centro della conferenza “Una goccia per la Vita. La carenza di sangue ed emoderivati ai tempi del Covid-19”, promossa su iniziativa del Senatore Antonio Barboni il 13 luglio alle 11 presso la sala Caduti di Nassirya del Senato della Repubblica.

Read More »

Haemo_Pal, formazione e cura per le malattie ematologiche congenite in Palestina

Firmata anche l’intesa tecnica relativa al progetto “Potenziamento dei centri clinici per la diagnosi e cura delle malattie emorragiche congenite e delle emoglobinopatie in Palestina – Haemo_Pal”. Il progetto, condotto dall’Istituto Superiore di Sanità e coordinato dal Centro Nazionale Sangue, nell’ambito delle attività dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo – Ministero degli Affari Esteri (AICS), di supporto al Ministero della Salute palestinese, è finalizzato al potenziamento dei centri clinici per la diagnosi e la cura delle malattie ematologiche congenite.

Read More »