Politica per la qualità

La consapevolezza della necessità di garantire il puntuale assolvimento dei compiti istituzionali definiti nella normativa vigente e dell’importanza di fornire evidenza al contesto di riferimento della qualità dei servizi erogati dal Centro nazionale sangue hanno fatto maturare, nel corso del tempo, l’esigenza di implementare un Sistema di gestione per la qualità ispirato alla norma UNI EN ISO 9001.
La progettazione di tale Sistema, avviata nel 2015, ha consentito di definire in modo puntuale il livello di qualità che la Direzione del CNS si impegna a garantire per i servizi erogati dal Centro, attraverso l’analisi del contesto esterno e dei bisogni e aspettative dei propri stakeholder, l’individuazione delle esigenze gestionali, la riprogettazione dell’organizzazione interna e la definizione di un rigoroso sistema di regolamentazione e monitoraggio dei processi di erogazione del servizio e di quelli di supporto tecnico-amministrativo.
 
I princìpi guida della presente Politica per la qualità costituiscono l’elemento da cui traggono e trarranno ispirazione le strategie del Centro e la pianificazione di tutti gli obiettivi e azioni conseguenti, in quanto atti a delineare l’approccio generale dell’Organizzazione alla qualità, in linea con le aspettative espresse da tutte le parti interessate.
 
Al fine di assolvere in modo efficace al proprio mandato istituzionale, la Direzione del CNS si impegna a perseguire i seguenti obiettivi generali:
  • garanzia, in ogni attività svolta, del rispetto dei princìpi basilari di etica, integrità, imparzialità e trasparenza, nonchè di assenza di qualsivoglia influenza o interferenza indebita sulle attività del Centro;
  • orientamento dell’Organizzazione all’interazione con tutti gli stakeholder e alla comprensione e soddisfazione delle relative esigenze e aspettative, da tradurre in precisi requisiti di qualità al fine di realizzare servizi sempre rispondenti alle richieste e ai bisogni emergenti;
  • implementazione di un approccio sistemico proattivo e dinamico ai servizi erogati, fondato sulla ricerca dell’efficacia e del miglioramento continuo, con costante riferimento alle prescrizioni normative vigenti, ma in grado di garantire nel contempo la flessibilità necessaria in un contesto in rapida evoluzione e alla continua ricerca di un ottimale livello di sostenibilità; 
  • adozione, nella progettazione dei processi di erogazione del servizio, di un approccio risk-based atto a consentire l’individuazione dei fattori potenzialmente critici in relazione alla qualità dei servizi, nonché ad intraprendere azioni preventive idonee a minimizzare gli effetti negativi e a cogliere le opportunità offerte dal contesto di riferimento;
  • orientamento al miglioramento continuo del livello di qualità offerto e dell’efficienza di gestione, sia attraverso la strutturazione di un sistema di monitoraggio continuo delle performance del Centro e del grado di applicazione del sistema interno di regole, sia promuovendo in tutti i collaboratori l’approccio “scientifico” al miglioramento, basato sulla raccolta e analisi di dati e informazioni oggettive, e finalizzato al superamento di atteggiamenti e posizioni di tipo autoreferenziale; 
  • valorizzazione, motivazione, coinvolgimento e crescita professionale di tutti i collaboratori, al fine di permetterne l’integrazione nella “cultura organizzativa” del CNS, intesa come l’insieme delle norme, delle prassi consolidate, delle policy, degli obiettivi e dei valori del Centro;
  • ottimizzazione delle risorse umane, tecnologiche e finanziarie assegnate al Centro e razionalizzazione del loro impiego, nell’ottica di orientare l’evoluzione dei servizi verso un loro sviluppo sostenibile;
  • standardizzazione e razionalizzazione, valorizzando il know how maturato sino ad ora, dei processi di erogazione dei servizi e di quelli di supporto tecnico-amministrativo, al fine di garantire la disponibilità di riferimenti chiari ed univoci (in particolare in relazione ai flussi decisionali) a tutti i collaboratori e dunque l’uniformità dei comportamenti e l’efficienza dei meccanismi gestionali;
  • trasparenza dell’azione amministrativa e tutela della riservatezza dei dati, raccolti dagli stakeholder del CNS e da questo utilizzati ai fini del monitoraggio e della programmazione delle attività, in ottemperanza a quanto definito dalle disposizioni normative vigenti;
  • rispetto degli obiettivi definiti dall’ISS e sistematica applicazione dei regolamenti e delle procedure da questo definiti, coerentemente con quanto previsto dalle norme vigenti, anche in relazione alle prerogative di autonomia funzionale del Centro previste dalle medesime norme;
  • visibilità delle attività svolte dal Centro e divulgazione delle notizie rilevanti sul piano scientifico e della salute pubblica agli operatori del settore trasfusionale e all’intera comunità, attraverso l’adozione di adeguate strategie di comunicazione e di idonei canali informativi.
I princìpi e gli obiettivi generali sopra delineati trovano applicazione operativa attraverso la definizione e la sistematica valutazione di obiettivi specifici diffusi a tutta l’Organizzazione.
La Direzione del CNS si impegna a: 
  • rivalutare periodicamente, ed aggiornare per quanto necessario, la presente Politica per la qualità;
  • assicurare che essa sia compresa, attuata e sostenuta da tutti i collaboratori, ai diversi livelli organizzativi;
  • diffonderla a tutti gli stakeholder del Centro.
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email
Support_E_WEB

Plasma iperimmune, monitoraggio periodico

Nelle banche del sangue dei sistemi regionali italiani sono attualmente disponibili 5.118 sub-unità di plasma iperimmune donato da pazienti guariti dal Covid-19, raccolte da 175 servizi trasfusionali distribuiti su tutto il territorio nazionale. È il risultato del monitoraggio che il Centro Nazionale Sangue effettua periodicamente presso le regioni italiane.

Read More »