CatturaECM

Convegno ‘Ricognizione dello stato dell’arte e del funzionamento dei Sistemi regionali di emovigilanza presso le strutture trasfusionali e le unità di raccolta associative: i risultati del progetto raggruppamento regioni Calabria, Puglia, Sicilia’

Si terrà il prossimo 6 luglio a Roma presso il Centro Congressi Cavour il convegno che intende favorire l’armonizzazione degli strumenti di governance delle reti regionali di medicina trasfusionale in tema di emovigilanza e di sistemi di sicurezza della terapia trasfusionale nonché favorire un approccio sinergico per la notifica, la gestione e la prevenzione degli eventi avversi trasfusionali con particolare attenzione alla reazione da incompatibilità ABO. L’evento si pone quale momento di condivisione
con tutti gli stakeholder dei risultati del progetto “Ricognizione nazionale dello stato dell’arte e del funzionamento dei Sistemi regionali di emovigilanza presso le strutture trasfusionali e le unità di raccolta associative”. Il suddetto progetto ha perseguito l’obiettivo del miglioramento del Sistema di emovigilanza nazionale attraverso una ricognizione nazionale dello stato dell’arte del funzionamento dei
Sistemi regionali di emovigilanza presso i servizi trasfusionali e le unità di raccolta, del grado di applicazione delle disposizioni per la sicurezza del paziente dell’Allegato VII del Decreto Ministeriale (DM) 2 novembre
2015, valutando altresì il grado di sinergia, sia a livello regionale che a livello locale, tra i referenti dell’emovigilanza e i referenti del rischio clinico.

Sede:
Centro Congressi Cavour – Via C. Cavour, 50/a – Roma
Destinatari dell’evento e numero massimo di partecipanti:
Il corso è destinato al personale del Servizio Sanitario Nazionale e in particolare ai referenti di emovigilanza e del rischio clinico, medici delle direzioni ospedaliere, personale infermieristico e professionisti di medicina trasfusionale e immunoematologia.
Saranno ammessi un massimo di 120 partecipanti.
Modalità di iscrizione:
Per iscriversi compilare online entro il 4 luglio 2022 il modulo disponibile al seguente link registrazione partecipanti
La partecipazione all’evento è gratuita. Le spese di viaggio e soggiorno sono a carico del partecipante.
Ai fini dell’accreditamento ECM, all’atto dell’iscrizione è indispensabile fornire il codice fiscale ed indicare professione e disciplina sanitaria.
Modalità di selezione dei partecipanti:
I partecipanti saranno selezionati in base all’ordine di arrivo della domanda. L’ammissione all’evento sarà confermata ai richiedenti a mezzo e-mail.
Modalità di verifica dell’apprendimento:
Al termine del corso è prevista una prova di verifica dell’apprendimento, obbligatoria per tutti i partecipanti, che consisterà in un questionario a risposta multipla.
Questionari:
Al termine del corso verranno somministrati inoltre il questionario di gradimento e la scheda ECM di valutazione dell’evento.
Crediti formativi ECM:
È previsto l’accreditamento ECM per tutte le figure professionali.
Come prescritto dalla normativa ECM, per ricevere i crediti i partecipanti dovranno garantire la presenza in aula per almeno il 90% della durata dell’evento, completare con un successo minimo del 75% la prova di verifica dell’apprendimento e riconsegnare compilato il questionario ECM di valutazione dell’evento. L’effettiva partecipazione al percorso formativo verrà rilevata mediante firma in ingresso e in uscita dell’apposito registro presenze.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email

“Una goccia per la Vita. La carenza di sangue ed emoderivati ai tempi del Covid-19”

Le criticità che hanno impattato la rete trasfusionale e l’obiettivo auspicabile dell’autosufficienza e di una maggiore sostenibilità del sistema sangue saranno al centro della conferenza “Una goccia per la Vita. La carenza di sangue ed emoderivati ai tempi del Covid-19”, promossa su iniziativa del Senatore Antonio Barboni il 13 luglio alle 11 presso la sala Caduti di Nassirya del Senato della Repubblica.

Read More »

Haemo_Pal, formazione e cura per le malattie ematologiche congenite in Palestina

Firmata anche l’intesa tecnica relativa al progetto “Potenziamento dei centri clinici per la diagnosi e cura delle malattie emorragiche congenite e delle emoglobinopatie in Palestina – Haemo_Pal”. Il progetto, condotto dall’Istituto Superiore di Sanità e coordinato dal Centro Nazionale Sangue, nell’ambito delle attività dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo – Ministero degli Affari Esteri (AICS), di supporto al Ministero della Salute palestinese, è finalizzato al potenziamento dei centri clinici per la diagnosi e la cura delle malattie ematologiche congenite.

Read More »