Immagine_2

2010: Staminabilia

 

Ricerca sulle staminali… per quanto si possa ancora ritenere innovativa e pionieristica, ha raccolto interessi di centinaia di gruppi di ricerca in quasi tutti i Paesi: su PubMed (la principale raccolta on line di articoli scientifici) sono presenti 232.620 contributi sulle cellule staminali. Di questi, più del 10% si riferisce ad applicazioni terapeutiche condotte con criteri scientifici e, soprattutto, con buoni risultati, controllati e condivisi con il meccanismo della peer review dalla comunità scientifica.

Nonostante la sua natura rivoluzionaria, il concetto di utilizzare le cellule staminali per scopi terapeutici ha molto in comune con i princìpi che stanno alla base della moderna trapiantologia d’organi; invece di introdurre un intero organo in un paziente, si inserisce solo una determinata popolazione di cellule. Inoltre, se queste cellule derivano dallo stesso individuo, non si pone il problema della reazione immunitaria. Alcune terapie cellulari già ampiamente sperimentate che ricorrono alle cellule staminali possono essere considerate come una strategia intermedia tra il trapianto d’organo e il trapianto di cellule: tra queste, per esempio, il trapianto di midollo osseo e quello di cellule pancreatiche. La tecnologia dei trapianti ha permesso alla medicina di curare i pazienti in modi che la sola chirurgia e farmacologia non avrebbero potuto fare, lo stesso si può pensare che accada, in prospettiva, attraverso la tecnologia delle cellule staminali.

A Genova abbiamo scelto di mettere le persone davanti a un microscopio e osservare con loro dove sta la ricerca, cosa sappiamo, cosa va chiarito, cosa andiamo cercando. Per saperne di più vai sul nostro canale YouTube.

 

Staminilia

  •  
 
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email

“Una goccia per la Vita. La carenza di sangue ed emoderivati ai tempi del Covid-19”

Le criticità che hanno impattato la rete trasfusionale e l’obiettivo auspicabile dell’autosufficienza e di una maggiore sostenibilità del sistema sangue saranno al centro della conferenza “Una goccia per la Vita. La carenza di sangue ed emoderivati ai tempi del Covid-19”, promossa su iniziativa del Senatore Antonio Barboni il 13 luglio alle 11 presso la sala Caduti di Nassirya del Senato della Repubblica.

Read More »

Haemo_Pal, formazione e cura per le malattie ematologiche congenite in Palestina

Firmata anche l’intesa tecnica relativa al progetto “Potenziamento dei centri clinici per la diagnosi e cura delle malattie emorragiche congenite e delle emoglobinopatie in Palestina – Haemo_Pal”. Il progetto, condotto dall’Istituto Superiore di Sanità e coordinato dal Centro Nazionale Sangue, nell’ambito delle attività dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo – Ministero degli Affari Esteri (AICS), di supporto al Ministero della Salute palestinese, è finalizzato al potenziamento dei centri clinici per la diagnosi e la cura delle malattie ematologiche congenite.

Read More »