Brexit: impatto sulle sostanze di origine umana

03/02/2020 - La Direzione Generale Salute e Sicurezza Alimentare dell'Unione Europea ha diramato un avviso in merito alle ripercussioni giuridiche di cui tener conto dopo la Brexit. Il Regno Unito diventa a tutti gli effetti un paese terzo, per cui le importazioni di sangue ed emocomponenti dal Regno Unito dovranno essere controllate con test rispondenti ai requisiti europei, anche per quanto riguarda i requisiti di qualità e sicurezza. Stesse implicazioni anche per le importazioni ed esportazioni di tessuti e cellule, che devono rispondere ai requisiti delle direttive europee. A tutte le sostanze di origine umana si applicano, infine, i requisiti di tracciabilità dal donatore al ricevenbte e viceversa.

Maggiori dettagli nell'avviso allegato e al link https://ec.europa.eu/health/blood_tissues_organs/overview_it

AllegatoDimensione
PDF icon BREXIT_substances_of_human_origin_it.pdf47.97 KB