Retribuzione lavoratori dipendenti in caso di inidoneità alla donazione

Il decreto interministeriale 18 novembre 2015 disciplina le modalità di erogazione del contributo previsto della legge n.219/2005, al fine di garantire la retribuzione dei lavoratori dipendenti in caso di inidoneità alla donazione di sangue, limitatamente al tempo necessario all’accertamento dell’idoneità e alle relative procedure. L’INPS, in una circolare del 7 febbraio 2016, ha fornito ai soggetti interessati le istruzioni contabili e tutte le specifiche necessarie per determinare le modalità di erogazione del contributo, i requisiti e la misura del rimborso.