Convegno 9 settembre 2016

Al fine di una migliore aderenza alla Direttiva Europea 2005/61/CE in tema di rintracciabilità del sangue e degli emocomponenti e notifica di effetti indesiderati e incidenti gravi, in Italia è stato istituito un Gruppo di Lavoro (GdL) composto da esperti in campo trasfusionale e di emovigilanza. Il compito del GdL è di migliorare la qualità delle segnalazioni sugli effetti indesiderati nei riceventi, reazioni indesiderate nei donatori e incidenti gravi da trasmettere al Sistema informativo dei servizi trasfusionali (SISTRA). Le informazioni sugli eventi avversi trasfusionali, come anche quelle sull’impiego, a scopo sanitario, di tutte le sostanze di origine umana, costituiscono gli elementi su cui i sistemi di rilevazione/sorveglianza effettuano analisi e valutazioni. 

La comunicazione dei risultati della sorveglianza tramite report e altre forme di comunicazione, costituisce una ulteriore ed essenziale fonte di conoscenza per la buona pratica professionale. In ambito europeo, con il progetto Notify, lo World Health Organization (WHO) ha implementato un database, il Notify Library, a cui il Centro Nazionale Trapianti dell’Istituto Superiore di Sanità partecipa come collaborating centre. Nella Notify Library sono raccolti didactic cases sugli eventi avversi, revisionati da esperti e identificati principalmente in letteratura nell’ambito della donazione, del trapianto, della trasfusione di emocomponenti e della procreazione medicalmente assistita, da cui trarre insegnamento per il miglioramento della sicurezza e della qualità.
 
Abbiamo raccolto le osservazioni del Respondabile Scientifico del Convegno, Dr.ssa Giuseppina Facco, National Haemovigilance Officer, Centro Nazionale Sangue. In CNS TV Channel. 
 
 
In allegato il programma del convegno e alcune presentazioni dei relatori intervenuti.
 
Programma Convegno 23 giugno 2015-CNS
 
Relazione G. Facco Convegno 23 giugno 2015_CNS