Sorveglianza Zika Virus

Lo Zika virus (ZIKAV) è un arbovirus appartenente alla Famiglia Flaviviridae, genere Flavivirus, come Febbre Gialla, Dengue e West Nile Virus. L’infezione decorre in maniera asintomatica o paucisintomatica nella maggior parte dei casi. I sintomi sono rappresentati soprattutto da: febbricola, congiuntivite, artrite, artralgia transitoria e rash maculopapulare, che compaiono tra i 3 e i 12 giorni dopo la puntura della zanzara vettore e possono durare da 2 a 7 giorni. Le manifestazioni cliniche sono spesso simili a quelle riportate per altre arbovirosi (ad esempio Dengue e Chikungunya). Complicanze (ad es. neurologiche, autoimmuni) sono rare, ma sono state descritte durante focolai di epidemia in Polinesia.

 

In considerazione delle recenti epidemie e del riscontro di casi autoctoni d’infezione da ZIKAV in diversi Paesi del mondo, in particolare nel Continente Americano, e della dichiarazione da parte della World Health Organization (WHO) che l’incremento della diffusione dello ZIKAV, potenzialmente associato al rischio di microcefalia neonatale e di altri disordini neurologici riportati nella Regione delle Americhe, costituisce un’emergenza di sanità pubblica di livello internazionale, grande attenzione è stata posta sul potenziale rischio di trasmissione dello ZIKAV mediante la trasfusione di emocomponenti labili.

Tale rischio è ritenuto probabile sulla base delle seguenti evidenze (vedi voci bibliografiche riportate in Appendice):

- due possibili casi di trasmissione trasfusionale nello Stato di San Paolo, Brasile;

- documentate trasmissioni mediante la trasfusione di emocomponenti labili di altri Flavivirus come West Nile Virus, virus Dengue e il virus della Febbre Gialla; per ognuno di questi virus è stata dimostrata una viremia rilevabile durante le infezioni sia asintomatiche sia sintomatiche;

- circa l’80% delle infezioni da ZIKAV risulta asintomatico;

- il periodo di incubazione nelle infezioni, che hanno decorso anche asintomatico, varia da 3 a 12 giorni, durante i quali si può verificare la viremia;

- l’infezione da ZIKAV produce viremia fino a 8,1 x 106 copie/ml persistente (14 giorni e potenzialmente oltre) e rilevabile da 2 giorni prima a 11 giorni dopo l’insorgenza dei sintomi;

- durante l’epidemia verificatasi nella Polinesia francese nel 2013-2014, il 3% dei donatori (42 su 1.505) era positivo allo ZIKAV, anche se al momento della donazione non mostrava sintomi, e circa un quarto di essi ha manifestato sintomi compatibili con l’infezione da ZIKAV entro i 10 giorni successivi alla donazione;

- il materiale genomico dello ZIKAV (RNA) è stato rilevato nel liquido seminale fino a dieci settimane dalla risoluzione dei sintomi correlabili all’infezione e casi di trasmissione sessuale sono stati riportati in letteratura;

- descrizione della trasmissione perinatale di ZIKAV, molto probabilmente per via transplacentare o durante il parto. 

In Italia, la diffusione di questi virus è monitorata da programmi specifici, come indicato nella circolare del Ministero della Salute “Sorveglianza dei casi umani di Chikungunya, Dengue, West Nile Disease ed altre arbovirosi e valutazione del rischio di trasmissione in Italia– 2015".

Facendo seguito alle note già prodotte dallo scrivente Centro, in considerazione degli aggiornamenti sulle misure di prevenzione della trasmissione trasfusionale dello ZIKAV forniti dalla WHO, dalla Pan American Health Organization (PAHO), dall’European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC) e dalla US Food and Drug Administration (FDA), si raccomanda di:

  • fornire ai donatori adeguate informazioni comprensive della diffusione geografica dell’infezione da ZIKAV e degli strumenti per favorire il riconoscimento dei sintomi compatibili con essa, al fine di favorirne l’auto-esclusione;
  • rafforzare le misure di sorveglianza sui possibili casi importati mantenendo in essere la sorveglianza anamnestica del donatore di sangue per i viaggi nelle aree interessate;
  • applicare il criterio di sospensione temporanea di 28 giorni dal rientro per i donatori che abbiano soggiornato nelle aree dove si sono registrati casi autoctoni d’infezione;
  • applicare il criterio di sospensione temporanea di 28 giorni dalla risoluzione dei sintomi per i donatori con anamnesi positiva per infezione da ZIKAV (infezione documentata oppure comparsa di sintomatologia compatibile con infezione da ZIKAV);
  • applicare il criterio di sospensione temporanea di 28 giorni dopo l’ultimo rapporto sessuale per i donatori che riferiscano un rapporto sessuale con partner maschile con infezione documentata o sospetta (comparsa di sintomatologia compatibile con infezione da ZIKAV) oppure che abbia viaggiato o soggiornato in una zona con trasmissione attiva dello ZIKAV nei 6 mesi precedenti il predetto rapporto;
  • sensibilizzare ed incoraggiare i donatori di sangue ad informare il Servizio Trasfusionale di riferimento in caso di comparsa di sintomi compatibili con infezione da ZIKAV oppure in caso di diagnosi d’infezione da ZIKAV nei 14 giorni successivi alla donazione (post donation information). 

Il Centro Nazionale Sangue effettuerà periodicamente il monitoraggio della situazione epidemiologica internazionale attraverso la consultazione del sito dell’European Centre for Disease and Control (ECDC) e provvederà ad aggiornare la tabella di riepilogo sul presente sito e ad emanare specifiche note, ove necessarie.

Ulteriori informazioni sono disponibili ai seguenti link:

World Health Organization (WHO)

Pan American Health Organization (PAHO)

European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC)

Centers for Disease Control
and Prevention (CDC)

Recommendations for donor screening, deferral, and product management to reduce the risk of transfusion-transmission of Zika virus, US Food and Drug Administration (FDA)


APPENDICE

World Health Organization. Maintaining a safe and adequate blood supply during Zika virus outbreaks: Interim guidance. February 2016. WHO/ZIKV/HS/16.1

Higgs S. Zika Virus: Emergence and Emergency. Vector Borne Zoonotic Dis 2016; 16: 75-76.

Aubry M, et al. Seroprevalence of arboviruses among blood donors in French Polynesia, 2011-2013. Int J Infect Dis 2015; 41: 11-2.

Lanciotti RS, et al. Genetic and serologic properties of Zika virus associated with an epidemic, Yap State, Micronesia, 2007. Emerg Infect Dis 2008; 14: 1232-9.

Besnard M, et al. Evidence of perinatal transmission of Zika virus, French Polynesia, December 2013 and February 2014. Euro Surveill 2014; 19: pii=20751.

Zanluca C, et al. First report of autochthonous transmission of Zika virus in Brazil. Mem Inst Oswaldo Cruz 2015; 110: 569-72.

Musso D, et al. Potential for Zika virus transmission through blood transfusion demonstrated during an outbreak in French Polynesia, November 2013 to February 2014. Euro Surveill 2014; 19: pii: 20761.

Foy BD, et al. Probable non-vector-borne transmission of Zika virus, Colorado, USA. Emerg Infect Dis 2011; 17: 880-2.

Gourinat AC, et al. Detection of Zika Virus in Urine. Emerg Infect Dis 2015; 21: 84-6.

Dallas County Health and Human Services http://www.dallascounty.org/department/hhs/press/documents/PR2-216DCHHSReportsFirstCaseofZikaVirusThroughSexualTransmission.pdf.

European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC). Rapid risk assessment: Zika virus epidemic in the Americas: potential association with microcephaly and Guillain-Barré syndrome. Stockholm: ECDC; 2015. Disponibile al sito web: http://ecdc.europa.eu/en/publications/Publications/zika-virus-americas-association-withmicrocephaly-rapid-risk-assessment.pdf.

Oehler E, et al. Zika virus infection complicated by Guillain-Barre syndrome--case report, French Polynesia, December 2013. Euro Surveill 2014; 19: pii: 20720.

Musso D, et al. Potential Sexual Transmission of Zika Virus.  Emerg Infect Dis 2015; 21: 359-61.

Liumbruno GM, et al. The Chikungunya epidemic in Italy and its repercussion on the blood system. Blood Transfus 2008; 6: 199-210.

Grazzini G, et al. West Nile virus in Italy: a further threat to blood safety, a further challenge to the blood system. Blood Transfus 2008; 6: 235-7.

MMWR Morb Mortal Wkly Rep Yellow Fever 2010; 59: 34-7.

Musso D, Cao-Lormeau VM, Gubler DJ. Zika virus: following the path of dengue and chikungunya? Lancet 2015; 386: 243-4.

Informazioni aggiornate sulla febbre da Zika Virus sono disponibili su:


Circolare CNS_Aggiornamenti relativi a outbreak e casi autoctoni di Zika Virus_16 Marzo 2016

Circolare CNS_Aggiornamenti relativi a outbreak e casi autoctoni di Zika Virus_09 Maggio 2016

    Circolare CNS_Aggiornamenti relativi a outbreak e casi autoctoni di Zika Virus_18 Aprile 2016

 Circolare CNS_Aggiornamento _Misure di prevenzione della trasmissione dell'infezione da Zika virus mediante trasfusione di emocomponenti labili dell'8 marzo 2016

Circolare CNS_Aggiornamenti relativi a outbreak e casi autoctoni di Zika Virus_21 Marzo 2016

 Misure di prevenzione della trasmissione dell'infezione da Zika virus mediante la trasfusione di emocomponenti labili_8 Marzo 2016

  Circolare CNS_Aggiornamenti relativi a outbreak e casi autoctoni di Zika Virus_22 Febbraio 2016

  Circolare CNS_Aggiornamenti relativi a outbreak e casi autoctoni di Zika Virus_2 Febbraio 2016

 Circolare CNS_Aggiornamenti relativi a outbreak e casi autoctoni di Zika Virus_29 Gennaio 2016

  Circolare CNS_Aggiornamenti relativi a outbreak e casi autoctoni di Zika Virus_25 Gennaio 2016

 Circolare CNS_Aggiornamenti relativi a outbreak e casi autoctoni di Zika Virus_18 Gennaio 2016

 Circolare CNS_Aggiornamenti relativi a outbreak e casi autoctoni di Zika Virus_4 Gennaio 2016

 Circolare CNS_Aggiornamenti relativi a outbreak e casi autoctoni di Zika Virus_28 Dicembre 2015

Circolare CNS_Aggiornamenti relativi a outbreak e casi autoctoni di Zika Virus_21 Dicembre 2015

Circolare CNS Aggiornamenti relativi ai recenti outbreak e casi autoctoni di Zika Virus_10 Dicembre 2015

Circolare CNS_Aggiornamenti relativi ai recenti outbreak e casi autoctoni di Zika Virus_2 Dicembre 2015

Circolare CNS_Aggiornamenti relativi a outbreak e casi autoctoni di Zika Virus_27 Novembre 2015


Ulteriori informazioni  sono disponibili ai seguenti link:

European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC)

Pan American Health Organization (PAHO) - See more at: http://www.centronazionalesangue.it/notizie/sorveglianza-zika-virus-001#sthash.KE1tjhLr.dpuf
BLOODSPOT
  • Giubileo dei donatori di sangue

    Sabato 20 febbraio 2016 si è tenuto a Roma il Giubileo dei donatori di sangue con l'incontro con papa Francesco. L’udienza Giubilare è iniziata alle ore 11.00 seguita dal Pellegrinaggio alla Porta Santa di San Pietro. Decine di migliaia di volontari italiani Avis, Croce Rossa, Fidas e Fratres sono stati accolti accolti in Piazza San Pietro per celebrare il valore del dono. L' evento è stato organizzato dalla Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue.

Tutte le News